Approfondimenti

Torna all'archivio

Secondo appuntamento con il visiting teaching per i docenti neoassunti

Stefano Meloni

Ancora una volta sulla strada per fare visita alle scuole della nostra regione, una visita non formale, un incontro di conoscenza reciproca, uno scambio professionale che potesse arricchire i visitatori e gli ospiti, colti nel loro lavoro ordinario e quotidiano.

Le 27 scuole visitate, abbinate tra I e II ciclo per una visita complessiva di 12 ore in due giorni, hanno accettato di mostrarci con interesse ed entusiasmo gli elementi più significativi della propria vita scolastica.

Abbiamo così potuto osservare, nell’intero territorio regionale, la scuola di tutti i giorni - quella ordinaria -che ogni mattina puntualmente apre i battenti e svolge il suo ruolo educativo e di istruzione delle giovani generazioni, ci siamo immersi nelle attività scolastiche come ospiti sempre graditi, ben accolti e attesi con un po’ di trepidazione.

Direzione Didattica n.1, Olbia - Inventiamoci ruoli e personaggi, Infanzia

A La Maddalena la visita al Nautico “Garibaldi” ci ha trasportati in una plancia di comando per un intervento di salvataggio in mare; al liceo “Euclide” di Cagliari l’attività didattica di Flipped Classroom applicata all’insegnamento del Latino ha fatto il paio con l’uso della piattaforma ALATIN nel classico “Mossa" di Olbia; all’alberghiero “IPSAR-Janas” di Tortolì il momento culminante è stato partecipare alla prova – come un esame – del ristorante didattico in cui gli studenti si sono cimentati in cucina e al servizio di sala, mentre all’alberghiero “Azuni” di Cagliari siamo entrati nel laboratorio di cucina. Al comprensivo di Cagliari-Pirri ci siamo immersi nell’ambiente “Senza zaino” e al comprensivo San Donato di Sassari, nel piccolo cinema, veniamo proiettati nella realtà delle relazioni con il territorio, catturati da tre premiati cortometraggi (La notte di Cesare, La Cunfraria, Date al diavolo un’aranciata amara) e da un video promozionale del FLPP (Fronte di Liberazione dei Pizzinni Pizzoni) realizzati con alunni, genitori, personale della scuola e studenti liceali impegnati in esperienze indimenticabili e coerenti di alternanza scuola lavoro.

Direzione Didattica n. 4, Olbia - Italiano e Inglese fin da tre anni

L’elenco continua con la “Direzione Didattica n.4” di Olbia, dove nella sezione eterogenea dell’infanzia, quest’anno, i miti greci sono lo sfondo integratore sul quale vengono strutturate tutte le attività quotidiane; e, ancora, con il coding al comprensivo “Monsignor Saba” di Elmas e al liceo “Segni” di Ozieri, attività ordinarie e seguite con entusiasmo dagli studenti di tutte le età.

Liceo Segni, Ozieri (SS) – Laboratorio di Arte

La lista dovrebbe continuare (e per approfondirla è possibile visitare la sezione online del sito dedicato ai neoassunti al link www.istruzione.sardegna.it/Formazione/?page_id=2541), ma ci fermiamo qui con i momenti profondamente coinvolgenti di alfabetizzazione linguistica per i migranti al CPIA4 di Oristano, così come l’attività laboratoriale all’interno della struttura ZOUMATE (ZOne UMide, Ambiente, Tutela, Educazione) al Tecnico “Othoca” http://www.itisothoca.edu.it/index.asp della stessa città; non meno coinvolgente, infine, è stata la nostra trasformazione in adolescenti, quando al comprensivo di Sinnai abbiamo indossato i panni degli studenti con ragazzi di altre classi che hanno svolto la loro attività di peer education per il contrasto al Cyberbullismo.

LITG Senorbì (CA) – Aula 3.0

Che dire in sintesi sul secondo anno di visiting? Oltre alla conferma del dato sul gradimento da parte dei neoassunti (254 domande su 606 neoimmessi per 90 posti disponibili, scegliendo da un menù-catalogo predisposto dallo staff USR a dimostrazione di un appeal dell’esperienza alternativa alla frequenza dei laboratori formativi), permane la convinzione sull’efficacia della proposta di un’esperienza organizzata e di reale immersione nella scuola di tutti i giorni. Un’esperienza che interroga e fa riflettere i visitatori, sollecita le scuole ospitanti alla metacognizione sul proprio operato in un’ottica autovalutativa, crea una relazione pedagogica tra pari e sviluppa una dimensione riflessiva collettiva.

Appare sempre efficiente, anche se costoso in termini progettuali e organizzativi all’aumentare del contingente in visita, l’accompagnamento per tutto il tempo delle visite da parte di una coppia di tutor dell’USR. Questa presenza rende, infatti, esplicita l’attenzione che l’Amministrazione manifesta nel valore di questa esperienza, sostenendola con le migliori risorse di cui dispone.

Istituto di Istruzione Superiore Pellegrini, Sassari - Museo civiltà contadina

Anche i Dirigenti Scolastici mostrano gradimento per la “veste” istituzionale garantita dalla presenza fisica dell’USR e questo permette una vicinanza tra amministrazione centrale e scuole. In una relazione spesso declinata esclusivamente in termini necessariamente amministrativi e burocratici, l’incontro e la conoscenza di ciò che accade quotidianamente tra le mura scolastiche avvicina fisicamente all’Ufficio anche e soprattutto quelle realtà territorialmente marginali e periferiche. La partecipazione dei tutor dell’USR ha perciò rappresentato un punto di contatto e di ascolto reciproco con le scuole e i Dirigenti Scolastici coinvolti e interessati alla formazione dei docenti neoassunti.

II primaria, IC Jerzu (NU) - Laboratorio di scrittura poetica

Grande, per concludere, è stata la soddisfazione e il ringraziamento che gli staff accoglienti e i Dirigenti hanno voluto esprimerci al termine degli incontri. Un grazie per il confronto, per l’ascolto, per aver potuto dire di sé della propria scuola, per aver potuto raccontare l’innovazione dei progetti, per aver mostrato la professionalità e la creatività e l’organizzazione che albergano negli spazi scolastici e altro ancora. Un bisogno di raccontarsi che, nella dimensione valutativa di sistema, dice che le scuole non temono la domanda di trasparenza che viene dalla società civile, anzi la sostengono. A patto che il confronto non abbia velleità sanzionatorie ma sia improntato al supporto e al miglioramento del servizio erogato.

Per tutto questo, il visiting ha ancora svolto un buon servizio alle scuole e al sistema di istruzione tutto, meritando di essere replicato nei prossimi anni.

Stefano Meloni
coordinatore Team formazione neo assunti (Meloni, Bertoloni, Carta e Manieli)
Cagliari, 27/05/2019

Per saperne di più