Logo Indire

Data
18 ottobre, 2021

Tipologia
Approfondimento

I nuclei tematici dei laboratori per l’a.s. 2021-2022

Ha inizio un nuovo anno di formazione e prova per i docenti neoassunti e con passaggio di ruolo. Con la Nota prot. 30345 del 4-10-2021 il Ministero dell’Istruzione ha avviato la formazione per l’a.s. 2021-22 riconfermando il modello di formazione ormai consolidato sia nella struttura che nelle tappe del percorso, ripristinando anche la possibilità di visite a scuole innovative per un contingente sperimentale di docenti.

Si confermano i nuclei tematici dei laboratori proposti dal DM850/15 e alcune priorità già emerse nello scorso anno scolastico, come le Iniziative e provvedimenti legati alla gestione delle istituzioni scolastiche in fase di emergenza pandemica. Vi sono però anche delle novità quali l’attenzione particolare dedicata quest’anno all’ Educazione sostenibile e transizione ecologica, con particolare riferimento al Piano “Rigenerazione Scuola” presentato nel corso del 2020-2021 oltre a temi di carattere trasversale quali Competenze relazionali e competenze trasversali (soft-skills e character skills) e Motivare gli studenti a apprendere[1].

PROPOSTE DI APPROFONDIMENTO

Il Ministero propone inoltre ai docenti neoassunti attività ed esperienze che possono costituire un prezioso arricchimento al percorso di formazione iniziale, come la Piattaforma eTwinning a sostegno delle azioni didattiche per lo sviluppo delle competenze, della dimensione internazionale e dell’uso attivo e consapevole delle tecnologie, e la  Piattaforma ELISA che offre strumenti per intervenire efficacemente sul tema del cyberbullismo e del bullismo.

NELL’AMBIENTE ONLINE

Per supportare la conoscenza di strumenti e risorse utili per una didattica innovativa che risponda alla flessibilità richiesta oggi alla scuola, anche nell’ambiente online è stata predisposta una sezione [dedicata a Movimenti e Piattaforme promosse da Indire che possono sostenere i docenti nello sviluppo di competenze trasversali.

Sono disponibili i link a:

 Movimento di Avanguardie Educative - rete di scuole innovative che mirano a individuare, supportare, diffondere e portare a sistema pratiche e modelli educativi volti a ripensare l’organizzazione della Didattica, del Tempo e dello Spazio del ‘fare scuola’ in una società della conoscenza in continuo divenire. Attraverso il sito potrete conoscere il Manifesto e le Idee del Movimento, le Scuole aderenti, gli eventi in programma quali webinar, summer school e repository di risorse.

  • Movimento delle Piccole scuole - rete di scuole con particolare attenzione all’adozione di modelli di didattica innovativa in scuole dalle dimensioni ridotte e caratterizzate da un posizionamento territoriale svantaggiato, che da anni sperimentano modalità di lavoro comune grazie a modelli di didattica a distanza e all’uso di tecnologie. Attraverso il sito potrete conoscere il Manifesto e le scuole distribuite sul territorio italiano, i progetti, le attività e le ricerche in atto.

  • Biblioteca dell’innovazione - ambiente online sviluppato da Indire, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, per la realizzazione, la condivisione e la diffusione di idee e risorse con l’intento di favorire una “contaminazione creativa” in cui tutti gli attori della scuola possono utilizzare, contestualizzare, trasferire e a loro volta riproporre contenuti, esperienze e risorse. Nella sezione “Consulta la biblioteca” si possono consultare risorse certificate e prodotte da scuole, enti e istituzioni.

  • Piattaforma eTwinning - la più grande community europea di insegnanti attivi in progetti collaborativi tra scuole. Nata nel 2005 su iniziativa della Commissione Europea e attualmente tra le azioni del Programma Erasmus+ 2021-2027, eTwinning si realizza attraverso una piattaforma informatica che coinvolge i docenti facendoli conoscere e collaborare con l’obiettivo di portare un miglioramento dell’offerta formativa dei sistemi scolastici europei attraverso l’internazionalizzazione e l’innovazione dei modelli didattici e di apprendimento.

 

RISORSE SCELTE PER VOI

 

Dalla Biblioteca dell’Innovazione di Indire

Dalla sezione “Consulta la biblioteca” all’interno della “Biblioteca dell’innovazione” di Indire vi proponiamo una selezione di risorse realizzate da scuole e docenti italiani che riguardano nuclei tematici o competenze affini a quelle individuate per i laboratori dei docenti neoassunti nel presente anno scolastico:

L'apprendimento differenziato come mezzo per valorizzare i talenti e promuovere l'inclusione. L'esperienza di un istituto comprensivo toscano

 

Scuola primaria e scuola secondaria di I grado

 

Inclusione sociale e dinamiche interculturali; BES; DSA; competenze relazionali e competenze trasversali.

L'attività, sperimentata in alcune classi di una scuola primaria e di una secondaria di primo grado del'IC "Giovanni Mariti" di Fauglia (Pisa), prevede l'uso della metodologia dell'apprendimento differenziato per coinvolgere attivamente i ragazzi nello studio delle discipline diverse.

Con questa metodologia, il docente accoglie le differenze, promuove le potenzialità, riconosce i talenti, personalizza la proposta formativa e valorizza il lavoro della comunità, rendendo ogni alunno protagonista del proprio curricolo.

L'apprendimento differenziato prevede che gli studenti vengano divisi in gruppi, ognuno dei quali impegnato in un'attività specifica rispetto all’argomento su cui si focalizza la lezione. Il docente pianifica il lavoro in modo da soddisfare le inclinazioni e i bisogni formativi di ciascuno, includendo attivamente anche gli alunni con disturbi dell'apprendimento (DSA).

Demiacos : mai dire blog! 

 

Scuola secondaria di II grado classi III, IV e V. Periodo di emergenza sanitaria

 

Competenze digitali degli studenti; metodologie per la didattica digitale; gestione emergenza sanitaria

 

Il blog Demiacos è un tentativo di innovazione sistemica del modello di scuola che mette al centro la pratica della documentazione sia come racconto di esperienze sia come esercizio di comunicazione. Il progetto, per sua natura multidisciplinare, coinvolge le classi III, IV e V del corso di Elettronica dell’Istituto Tecnico Industriale ISISS “Piedimonte Matese” (47 studenti). Nato all’inizio del lockdown 2020 per l’emergenza covid-19, consiste nella creazione e successiva gestione del blog Demiacos. L’iniziativa intende sperimentare, attraverso l’uso delle tecnologie digitali e del web, forme di didattica innovativa con l’obiettivo di: favorire l’acquisizione di competenze digitali e più in generale di competenze trasversali; offrire allo studente occasioni per risolvere problemi, assumere compiti e per intraprendere iniziative in autonomia; far emergere e valorizzare vocazioni e interessi personali dello studente per favorire l’orientamento; accrescere la motivazione allo studio.

 

Educazione civica. Un esempio di riflessione sul covid-19 in MLTV

 

Scuola secondaria di II grado

 

Educazione civica; gestione in fase di emergenza; metodologie per la didattica digitale (la metodologia MLTV)

 

L’attività nasce nella prima fase di attuazione della cosiddetta “DAD” con l’intento di coniugare insegnamento e coinvolgimento attivo degli studenti, anche di tipo emozionale, considerato il delicato momento di crisi personale e sociale da loro vissuto in quel periodo a causa dell’emergenza sanitaria da covid-19.

Tramite la metodologia MLTV (Making Learning and Thinking Visible, “Rendere visibili pensiero e apprendimento”) e, nello specifico, l’uso di tre suoi strumenti (le Thinking Routine See-Think-Wonder, Circle of Viewpoints e CSI: Color, Symbol, Image) gli studenti sono stati invitati a documentarsi e a riflettere, da soli e in gruppo, sulla pandemia in corso prendendo spunto dalla metafora del “cigno nero” (poi tradotta in teoria filosofica da Nassim Nicholas Taleb). Il documento “Come spiegare il coronavirus alla classe” ha fornito utili spunti per orientare gli studenti nell’attività di ricerca.

 

Sviluppare le competenze socio-relazionali nella scuola dell'infanzia con la stampa 3D

 

Scuola dell’infanzia

 

Gestione della classe e problematiche relazionali; Formazione alle competenze relazionali, competenze trasversali (soft-skills e character skills); competenze digitali (stampante 3D)

 

Sperimentata in una classe della scuola dell'infanzia, l'attività ha previsto l’uso della stampante 3D per sviluppare le competenze socio-relazionali dei bambini di cinque anni.

L'attività ha realizzato un percorso che, con l'utilizzo del software Tinkercad, ha permesso di aiutare i piccoli alunni a confrontarsi tra loro e a scambiarsi idee e materiali. Partendo dall'osservazione di forme geometriche, i bambini sono stati accompagnati nella realizzazione di opere d'arte lavorando in gruppo e senza utilizzare i materiali convenzionali, ma ricorrendo a materiale di recupero e oggetti concreti.

Nella fase successiva gli alunni hanno riprodotto le opere d'arte con l'uso della stampante 3D, dopo averle ricreate sulla LIM. Infine, osservando il prodotto finito e parlandone insieme, ne hanno rilevato le criticità e gli aspetti migliorabili.

 

L'apprendimento al servizio della comunità: che cos'è il Service Learning?

 

Scuola secondaria di II grado

 

Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento; Valutazione sommativa

 

Il Service Learning è una modalità di formazione/apprendimento basata sulla messa in campo delle conoscenze acquisite in classe in un contesto lavorativo di vita reale a servizio della comunità. L’attività deve essere istituzionalizzata e continuativa nel tempo, anche oltre la fine del progetto o dell’anno scolastico, e gli obiettivi di servizio devono essere funzionali a quelli dell’apprendimento. Può essere proposta in qualsiasi ordine di scuola come esperienza di educazione alla cittadinanza attiva, ma nelle scuole secondarie di secondo grado assume anche la funzione di preparazione al mondo del lavoro. Nel caso dell’infopoint di Lucca i ragazzi sono stati coinvolti in ogni fase dell’implementazione dell’esperienza e si sono occupati di più aspetti, dall’accoglienza ai turisti presso l’ufficio, alla creazione di itinerari e circuiti poi caricati online, alla conduzione di visite guidate outdoor. La valutazione è stata fatta in itinere, prevedendo indicatori su competenze e soft skills ma anche sull’impatto sulla comunità.

Esplorazione del racconto "I sette messaggeri" tra lingua e matematica

 

Scuola secondaria di II grado

 

Didattica delle discipline; gestione fase emergenza

 

L’esperienza proposta si riferisce a un percorso didattico laboratoriale interdisciplinare sul racconto "I sette messaggeri" di Dino Buzzati. Il percorso è stato realizzato nell’anno scolastico 2018-2019 da due coppie di docenti di italiano e di matematica in due prime classi del Liceo scientifico “Anna Maria Enriques Agnoletti” di Sesto Fiorentino e poi riproposto in maniera funzionale sfruttando gli strumenti della Didattica a Distanza.

Il racconto di Buzzati, presentando elementi matematici in un contesto letterario, si è prestato sia a un lavoro di tipo linguistico (finalizzato a individuare le caratteristiche del testo come testo letterario e gli scopi comunicativi dell’autore) sia a un approfondimento di tipo matematico con la rilevazione e l’analisi dei dati numerici contenuti nel brano e la successiva formalizzazione e modellizzazione matematica.
Con l’emergenza sanitaria il percorso è stato ripensato apportando gli opportuni adattamenti ma mantenendone tuttavia invariato l’impianto progettuale, fortemente laboratoriale, e ricorrendo all’uso delle tecnologie funzionali alla didattica a distanza.

La serra idroponica a scuola. Il metodo scientifico studiato attraverso la metodologia Bifocal Modeling

 

Scuola primaria

 

Formazione alle competenze relazionali, competenze trasversali (soft-skills e character skills); Didattiche delle discipline; scienze; DAD

 

La serra idroponica è un sistema naturale che consente un’accurata osservazione del fenomeno della crescita delle piante; in buona sostanza è un microambiente naturale ideale per essere osservato, modellato e studiato anche da studenti molto giovani, grazie a un approccio graduale al tipo di indagine che si vuole condurre.

L’attività di idrocoltura viene svolta in remoto e in vari step; consiste nel far eseguire agli studenti, a casa, l’esperimento dato e nel far gestire loro l’analisi del fenomeno osservato, portandoli a individuare le variabili in corso e a formulare una spiegazione scientifica del fenomeno; dopo aver introdotto il concetto di “modello matematico” si invita i giovani a progettare un modello che descriva il fenomeno e permetta di fare previsioni e interpretazioni (il docente avrà proposto semplici modelli cartacei oppure modelli digitali su piattaforme come ad esempio Scratch).

L’ultima fase dell’attività consiste nell’autovalutazione: dall’esito del confronto tra osservazione e modellizzazione gli studenti sono chiamati a considerare quanto il modello da loro progettato si discosti dalla realtà.

 

Dalla piattaforma eTwinning

Il sito di eTwinning ospita la sezione “Esperienze” in cui sono raccolte buone pratiche di scuole di ogni ordine e grado che hanno realizzato progetti internazionali ricevendo riconoscimenti e premi nazionali o internazionali. Si propone di seguito una selezione di tali risorse che riguardano temi attinenti a quelli consigliati per i laboratori dei docenti neoassunti:

Un e-book con gli amici greci sul fenomeno dei migranti

(Scuola primaria)

Materie e competenze

Arte, Educazione alla Cittadinanza, Informatica / TIC, Interdisciplinare, Italiano e letteratura, Lingue Straniere, Materie per la scuola primaria, Musica, Storia

 

Il progetto ha toccato un tema di grande attualità: il fenomeno dei flussi migratori che vede interessate in prima linea Italia e Grecia (paese della scuola partner). Il gemellaggio è stato dedicato alla scrittura creativa degli studenti. Le classi hanno lavorato in piccoli gruppi per la creazione di un ebook condiviso con illustrazioni e poster. Il progetto ha coinvolto anche le materie artistiche: gli studenti sono partiti dall’osservazione delle opere d’arte per poi creare opere artistiche personali. Inoltre, il gemellaggio si è sviluppato attorno al tema dell’inclusione, con gli alunni italiani che hanno avuto la possibilità di attivare delle uscite sul territorio con associazioni che lavorano a contatto con alcuni migranti. Il progetto è stato perfettamente integrato nel curricolo e ha coinvolto anche altri insegnanti di classe che, con il loro apporto, hanno arricchito il percorso didattico-formativo.

Diventare amici grazie alla magia delle favole

 

Scuola primaria

 

Materie e competenze

Lingua inglese, Informatica, Interdisciplinare, Materie per la scuola primaria

Il percorso educativo-didattico del progetto “Wonderland” ha avuto l’obiettivo di sviluppare la conoscenza della lingua inglese attraverso la letteratura, l’arte e le TIC, promuovendo la lettura tra i giovani studenti. Le attività predisposte dai docenti partner hanno avuto come tema il mondo delle fiabe e delle favole, grazie al quale, attraverso l’incontro con creature insolite con poteri fantastici, gli alunni hanno “attraversato le 7 porte del Paese delle meraviglie”. Collaborando e giocando insieme hanno scoperto l’amore per le lingue, l’arte, la letteratura, le TIC e, quasi senza accorgersene, hanno imparato a trovare, selezionare e presentare le informazioni sviluppando le competenze essenziali nel 21° secolo. Il progetto ha vinto il Premio europeo eTwinning 2020 nella fascia d’età 7-11 anni.

Passo dopo passo, impariamo il valore del riciclo

 

Scuola dell’infanzia

 

Materie e competenze coinvolte

Arte, Design e Tecnologia, Educazione ambientale, Informatica / TIC, Materie Scuola dell'infanzia, Musica, Teatro STEM

 

 

Il progetto “One step recycling one step STEM” ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare i piccoli alunni della scuola dell’infanzia ad assumere comportamenti attivi di rispetto e di protezione verso l’ambiente, acquisendo allo stesso tempo capacità di pensiero analitico, critico e di risoluzione dei problemi. Attraverso il progetto i docenti hanno cercato di sviluppare anche la capacità di collaborare e di lavorare in gruppo. I bambini hanno anche imparato a utilizzare strumenti del web 2.0 divertendosi. Sono stati realizzati diversi prodotti collaborativi attraverso le attività online ma i piccoli si sono impegnati anche in attività creative nel lavoro in classe utilizzando materiali riciclati.

Un magazine condiviso contro la violenza sulle donne

 

Scuola secondaria II grado

 

Materie e competenze coinvolte

Gestione della classe e dinamiche relazionali, con particolare riferimento alla prevenzione dei fenomeni di violenza, bullismo e discriminazioni; Diritto; competenze trasversali; CLIL

Il progetto “No violence against women” ha coinvolto i partner attraverso attività condivise e svolte secondo la metodologia Clil, con l’obiettivo di rafforzare negli allievi la conoscenza, la consapevolezza e la riflessione sul tema della violenza sulle donne. Si è voluto porre l’accento sul fatto che la violenza è sempre sbagliata e sempre da condannare, in questo senso si è cercato di smontare tutti gli stereotipi di genere presenti tra i ragazzi, a partire da “guarda come era vestita” o “è lei che lo ha provocato”. Il progetto ha vinto il Premio nazionale eTwinning 2018.

Scrittura creativa sotto la stessa bandiera (europea)

Scuola primaria/Scuola secondaria I grado

 

Materie e competenze coinvolte

Lingua Inglese, cittadinanza; CLIL; Educazione civica

Il progetto EU&US è nato nel corso di una conferenza eTwinning, dove è maturata l’idea di promuovere lo sviluppo delle abilità linguistiche in L2 mediante la realizzazione di un racconto in inglese, rendendo gli alunni protagonisti del processo formativo. Durante le attività progettuali ci si è rese conto del fatto che tale idea diventava sempre più concreta e ampia: il libro di testo costituiva un utile strumento di lavoro anche per altre classi, sviluppando competenze diverse nonché senso di appartenenza ad una comunità transnazionale. Il libro ha preso inizio da una storia diventata filo conduttore di tutte le attività: quattro ragazzi in partenza per una vacanza studio si scoprono, pur essendo di nazionalità diverse, essere tutti europei. Nel corso del viaggio vivono situazioni che creano pretesti per i successivi apprendimenti: gli episodi narrati nelle quattro unità del libro sono ambientati in luoghi diversi e offrono spunto per l’utilizzo del lessico specifico e delle funzioni linguistiche, per realizzare riflessioni sulla lingua e acquisire competenze e abilità.

Dall’impresa di Filippide allo studio della fisica, tutto il bello della corsa!

 

Scuola Secondaria di II grado

 

Materie e competenze coinvolte

Fisica, Educazione Fisica, Greco; Lingua inglese

 

Applicare lo studio della fisica ad esercizi di corsa durante le ore di ginnastica. Questo l’obiettivo del progetto che ha coinvolto gli studenti nella scoperta del “trail running” insieme ai partner europei. Dopo una prima fase di studio della disciplina e lezioni pratiche, le due scuole sono state coinvolte in uno scambio internazionale con visite delle classi nei paesi coinvolti dal progetto. Nel corso di questi due scambi, gli studenti hanno partecipato a gare di trail running tra loro e hanno applicato i principi della Fisica ai dati registrati durante le gare (di massa, distanza, tempo, altitudine, frequenza cardiaca), lavorando in gruppi internazionali e relazionando su quanto raccolto. Sono stati anche studiati dei testi in Greco sulla leggenda di Filippide, alle origini della Maratona.

Studiare all’aperto: il (grande) vantaggio delle piccole scuole

 

Scuola primaria

 

Materie e competenze coinvolte

Inglese, scuole outdoor; Matematica - Scienze - Arte - Storia - Geografia - Educazione Fisica - Tecnologia

 

L’idea progettuale nasce dall’esperienza quotidiana di scuola in una piccola realtà rurale. Il lavoro è stato attivato con altre piccole scuole partner, che sperimentano varie difficoltà e vivono contesti di isolamento geografico ed esperienziale, ma normalmente hanno a loro disposizione spazi esterni naturali belli e significativi nei quali sviluppare apprendimento. Portare le discipline outdoor e viverle in un contesto attivo e naturale: questo il principale obiettivo di progetto, da condividere con altre piccole scuole europee. L’attività è stata portata avanti in collaborazione con il progetto “Piccole Scuole” di Indire e ha vinto il Premio nazionale eTwinning 2019.

 

Vi invitiamo a esplorare questi ambienti online e le diverse opportunità che offrono per arricchire e personalizzare la vostra didattica e la vostra esperienza in questo nuovo anno di formazione.

Buon lavoro!

-----------------------------------------------------------------------------


[1] L’elenco completo delle priorità individuate dalla Nota ministeriale è il seguente: iniziative e provvedimenti legati alla gestione delle istituzioni scolastiche in fase di emergenza pandemica; metodologie e tecnologie della didattica digitale e loro integrazione nel curricolo; competenze digitali dei docenti; inclusione sociale e dinamiche interculturali; gestione della classe e dinamiche relazionali, con particolare riferimento alla prevenzione dei fenomeni di violenza, bullismo e discriminazioni; competenze relazionali e competenze trasversali (soft-skills e character skills); bisogni educativi speciali; motivare gli studenti ad apprendere; innovazione della didattica delle discipline; insegnamento di educazione civica e sua integrazione nel curricolo; valutazione finale degli apprendimenti; percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento; educazione sostenibile e transizione ecologica, con particolare riferimento al Piano “Rigenerazione Scuola” presentato nel corso del 2020-2021.

Copyright 2022